In questa sezione viene riportata la cronologia fondamentale riguardante l’intervento Americano sul fronte francese.

2 Aprile 1917 – Ingresso degli Stati Uniti in guerra

2 Aprile 1917 – Ingresso degli Stati Uniti in guerra

Dopo tre anni e mezzo di neutralità gli Stati Uniti dichiararono guerra alla Germania.

26 giugno 1917 – Prime truppe americane in Francia

26 giugno 1917 – Prime truppe americane in Francia

Le prime truppe Americane della first Division sbarcano in segreto Saint Nazaire. Alla fine di giugno saranno 14.000 gli uomini dell’American Expeditionary Force in Europa, all’armistizio saranno oltre 4  milioni

3 novembre 1917 – i primi caduti americani

3 novembre 1917 – i primi caduti americani

Alle prime luci dell’alba del 3 novembre, truppe tedesche operano un raid nei dintorni di Artois imbattendosi in elementi della prima divisione. Il bilancio degli scontri corpo a corpo che ne seguirono fu di 3 americani uccisi, 5 feriti e 12 prigionieri.

20 aprile 1918 – battaglia di Seichepery

20 aprile 1918 – battaglia di Seichepery

Truppe tedesche attaccano elementi della 26a divisione nei dintorni di Seichepery provocando la perdita di 380 uomini tra le file americane.

28 maggio 1918 – battaglia di Cantigny

28 maggio 1918 – battaglia di Cantigny

Elementi della prima Divisione supportati dall’artiglieria francese occupano il villaggio di Cantigny catturando circa 200 prigionieri.

6-24 giugno 1918 battaglia di Belleau Wood

6-24 giugno 1918 battaglia di Belleau Wood

La seconda Divisione viene lanciata a tamponare l’avanzata tedesca nel settore di Chateau Thierry riuscendo a bloccare il nemico a 50 Km da Parigi. All’alba del 6 giugno la quarta brigata Marines attacca su un fronte compreso tra Hill 142, Bois de Belleau (Bealleau Woods) e Bouresches. È l’inizio di tre settimane di scontri violentissimi per il controllo del bosco.

1 luglio 1918 – cattura di Vaux

1 luglio 1918 – cattura di Vaux

Elementi del 23° e del 9° reggimento di fanteria, parte della seconda divisione, catturano il villaggio di Vaux eliminando un saliente proiettato nelle linee francesi. Grazie ad una meticolosa ricostruzione del villaggio ricostruita con il supporto degli abitanti sfollati ed una estensiva ricognizione aerea, la preparazione dell’artiglieria si rivela decisiva limitando al massimo le perdite della fanteria.

4 luglio 1918 – Battaglia di Le Hamel

4 luglio 1918 – Battaglia di Le Hamel

Truppe Australiane insieme ad un contingente Americano attaccano e conquistano le colline nei dintorni del villaggio diroccato di Le Hamel. Pershing non fu informato dell’operazione sino a poche ore prima della battaglia. Contrariato e non potendo ritirare le truppe, ne limitò l’impiego a sole quattro compagnie.

15-17 luglio – seconda battaglia della Marna

15-17 luglio – seconda battaglia della Marna

Ultima offensiva tedesca, venne lanciata all’alba del 15 luglio, preceduta da quattro ore di sbarramento di artiglieria senza precendenti. L’obbiettivo era la presa di Reims e lo sfondamento verso Parigi oltre la Marna in modo da attirare il maggior numero di truppe alleate distogliendole dal fronte delle Fiandre, vero obbiettivo di sfondamento. L’offensiva venne contenuta anche con il contributo decisivo delle truppe americane, in particolare della terza divisione che si guadagnò il nomignolo di “Rock of the Marne”. Le operazioni vennero sospese il 18 agosto in coincidenza della grande cotroffensiva della Aisne-Marne.

18 luglio – 6 agosto 1918 offensiva della Aisne-Marne

18 luglio – 6 agosto 1918 offensiva della Aisne-Marne

Il X ed il VI corpo d’Armata Francese iniziano una violenta controffensiva rispeetivamente sul lato settentrionale (Soissons) ed orientale del saliente di Chateau Thierry cogliendo di sorpresa l’esercito tedesco in una manovra a tenaglia. Alle operazioni prendono parte inizialmente la 1ª e 2ª divisione AEF, quindi anche la 3ª, 4ª,28ª, 42ª e 32ª. Inizia l’inseguimento dei tedeschi in ritirata.

Chiudi il menu