GUGLIELMO CAPPELLETTI (1892-1918)

Cappelletti Amedeo (OH) 400x400

Guglielmo Cappelletti nacque a Norma, nell’attuale provincia di Latina, il 7 marzo 1892 dalla relazione tra Eusepio Cappelletti e Orsola Cassandra la quale lo riconobbe dopo la morte del padre, avvenuta nel 1905.

Cresciuto in ambiente umile decise di emigrare nella primavera del 1909 e si imbarcò da Napoli sul piroscafo San Giovanni per raggiungere un cugino a Geneva, nello stato di New York.

In America Guglielmo assunse il nome di Amedeo e presto si trasferì a Licking in Ohio, dove nel 1910 condivise una boarding house con altri trentacinque italiani, tutti impiegati nella manutenzione delle ferrovie.

Qualche tempo dopo raggiunse la comunità di Martin Ferry, al confine tra Ohio e Virginia, dove trovò impiego come operaio presso la Wheeling Corrugating Company, azienda manufatturiera di corrugati metallici galvanizzati.

Lo stabilimento della Wheeling COrrogating Compamy a Martins Ferry

Fu in questa piccola cittadina operaia sede di una forte comunità di emigrati che Guglielmo venne arruolato nell’esercito americano e prese servizioil 17 settembre 1917 nelle file della compagnia I del 330° reggimento di fanteria in addestramento a Camp Sherman per tutto l’inverno.

Il 14 marzo del 1918 a bordo del trasporto Aeolus, iniziò la sua avventura oltreoceano insieme ad altri 539 rincalzi ed una volta in Francia raggiunse gli uomini della compagnia C del 126° reggimento di fanteria, parte della 32ª Divisione dell’American Expeditionary Force.

La divisione venne impegnata a partire da metà maggio inizialmente in Alsazia, dove assunse il controllo di un settore relativamente tranquillo sino a fine luglio, per poi trasferirsi a supporto dell’avanzata alleata verso Soissons.

Il 126° fu duramente impegnato tra il combattimenti tra il 2 ed il 6 agosto intorno a Fismes e successivamente tra il 28 ed il 30 agosto intorno a Juvigny.

Guglielmo Cappelletti venne ferito mortalmente in una di queste azioni e la sua morte venne registrata il 30 agosto 1918. Il suo corpo venne sepolto inizialmente a Ressons-le-Long nel cimitero angloamericano per poi essere riesumato e sistemato a Ploisy nel 1919 e finalmente nel cimitero americano di Seringes-et-Nesles nel 1922 sotto il nome di Amedeo Cappeletti.

Carri armati Renault prima dell'avanzata su Juvigny, 29 agosto 1918 (NARA)

 

 

Condividi questa storia

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento