GIOVANNI FRASCALE (1887-1918)

Sanza

Giovanni Frascale nacque a Sanza in provincia di Salerno il 21 settembre 1887 da Gaetano Frascale e Cosiglia D’Ambrosio.

Trascorse la fanciullezza in Cilento aiutando il padre carrettiere e nel 1907 sposò Immacolata Ambrosio dalla quale ebbe tre figli tra il 1908 ed il 1912. Il 6 giugno del 1912 emigrò da Napoli negli Stati Uniti e si stabilì a Brooklyn dove risiedeva da qualche tempo un cugino.

In America trovò impiego come operaio presso una fabbrica di specchi, la Vogeley & Lackmann Company e all’inizio del 1917 iniziò le procedure per acquisire la cittadinanza americana con l’intenzione di trasferire la famiglia.

Il ponte di Brooklyn nel 1915 (immagine Library of the Congress)

Giovanni venne coscritto nell’esercito Americano il 7 dicembre 1917 come Frascati e si unì alle truppe del 307° reggimento di fanteria in addestramento a Camp Upton, una zona boschiva situata nella parte settentrionale di Long Island che ospitò le reclute fino alla primavera del 1918.

Le mutate condizioni belliche, con l’uscita della Russia dal conflitto ed il concreto rischio di uno sfondamento tedesco sul fronte occidentale confermato dall’intensità delle offensive di primavera, forzarono i tempi di preparazione e la 77ª divisione venne inclusa nelle dieci divisioni di rinforzo richieste urgentemente dagli Ingesi per stabilizzare la situazione.

Di conseguenza, il trasporto venne anticipato e organizzato per metà aprile e Giovanni, insieme alla compagnia M, salì a bordo del Karoa, un mercantile britannico utilizzato in acque tropicali prima della guerra e poco adatta per le condizioni dell’Atlantico; dopo una decina di giorni di navigazione particolarmente scomoda, il contingente sbarcò a Liverpool e proseguì per Calais.

Una volta in Francia e dopo un periodo di addestramento a guida britannica nella zona di Eperlecques, dal 21 luglio al 4 agosto la 77ª divisione partecipò all’occupazione di un settore relativamente tranquillo nelle vicinanze del villaggio di Baccarat prima di raggiungere una zona di fronte lungo l’ultima linea difensiva tedesca nel saliente di Château Thierry: cinque chilometri ad ovest di Fismes sulle sponde meridionali del fiume Vesle.

La notte del 18 agosto il III/307 avvicendò il III/308 lungo la Linea Rossa del fronte, in corrispondenza di Bois de Cochelet. Durante quelle giornate, la linea venne continuamente battuta dalle artiglierie tedesche che cercavano di individuare le batterie americane dislocate poco lontano, a Chéry-Chartreuve.

Giovanni Frascale venne presumibilmente ferito durante questi bombardamenti e la sua morte venne registrata il 24 agosto 1918. Il suo corpo oggi riposa a Fere en Tardenois, nel cimitero Americano.

L'estratto di servizio di Giovanni Frascale (Ancestry.com)

 

 

Condividi questa storia

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento