GIUSEPPE TROINA (1891-1918)

Agira

Giuseppe Troina nacque ad Agira, in provincia di Enna il primo novembre 1891 da Orazio Troina e Rosa Scuderi.

Era figlio di un calzolaio e di una casalinga, imparò a leggere e scrivere e divenne giovanissimo garzone presso un barbiere in paese prima di emigrare, appena quindicenne sulle tracce del fratello maggiore Francesco il quale pagò il suo viaggio oltreoceano nel luglio del 1906.

I due fratelli attraversarono la baia e si stabilirono a Brooklyn dove Giuseppe trovò impiego presso un barbiere italiano, mentre Francesco sposò una concittadina e lavorò come operaio presso la Spalding & Brothers Company prima di aprire una piccola bottega come calzolaio.

Entrambi i Troina si registrarono a Brooklyn ma solamente Giuseppe venne estratto e prese servizio l’11 ottobre 1917 nelle fila della compagnia C del 306° battaglione mitragliatrici in seno alla 77ª Divisione in organizzazione a Camp Upton, una zona boschiva nella parte settentrionale di Long Island adibita a centro di addestramento che ospitò le reclute fino alla primavera del 1918.

Esercitazioni a Camp Upton

Le mutate condizioni belliche, con l’uscita della Russia dal conflitto ed il concreto rischio di uno sfondamento tedesco sul fronte occidentale con le offensive di primavera, forzarono i tempi di preparazione e la 77ª divisione venne inclusa nelle dieci divisioni di rinforzo richieste urgentemente dagli Ingesi per stabilizzare la situazione.

Di conseguenza, il trasporto venne organizzato per metà aprile e Giuseppe salì a bordo del Karoa, una imbarcazione britannica utilizzata in acque tropicali poco adatta per le condizioni dell’Atlantico, e dopo una decina di giorni arrivò a Calais via Liverpool.

Dopo un periodo di addestramento a guida britannica nella zona di Eperlecques, dal 21 luglio al 4 agosto la 77ª divisione partecipò all’occupazione del settore relativamente tranquillo di Baccarat prima di raggiungere una zona di fronte lungo l’ultima linea difensiva tedesca nel saliente di Château Thierry: cinque chilometri ad ovest di Fismes sulle sponde meridionali del fiume Vesle.

Nella notte tra il 21 ed il 22 agosto 1918 sei squadre di mitragliatrici della compagnia C del 306° avvicendarono i compagni della compagnia B a supporto della compagnia K del 308° reggimento di fanteria, comandati dal capitano Frotingham, che da alcuni giorni presidiavano l’unico avamposto sulla sponda nord della Vesla, lungo la massiciata ferroviaria nelle vicinanze di un bosco di fronte al presidio tedesco di Château du Diable.

Poco dopo l’avvicendamento i tedeschi scatenaro un violento bombardamento seguito da un gruppo di truppe d’assalto dotate di lanciafiamme che occuparono rapidamente le posizioni americane, costringendo i sopravvissuti a ritirarsi precipitosamente oltre il fiume.

Giuseppe Troina perse la vita presumibilmente in questi scontri e la sua morte venne registrata nel 21 agosto 1918.

 

 

Condividi questa storia

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento